120906728_3310222552428866_1405950007816
Dal padre il bambino.jpg

Ida Travi

da Il mio nome è Inna

Il 2° libro dei Tolki, i parlanti

Moretti&Vitali 2012

 

( Dovresti vederli )

 

 

Dovresti vederli, amano l’albero

come un padre

 

Amano il padre

attraverso lo schermo

 

Come un padre parlante

come un padre nascente

come un padre chiuso nella goccia

all’angolo dell’occhio

nel bel mezzo delle braccia schiuse

 

 

*

 

 

Come Sasa quando salta la corda

come Sasa la foglia cade

e m’insegna il modo

 

Mi stanno crescendo i piedi

mi si allunga la colonna

 

Mentre cresco

sollevo il bambino alla mia altezza

lo illumino.

 

 

*

 

 

Parli al vento, come se  un dio non fosse

in questa foglia, come se qui

non ci fosse altare

 

Ti cadrà la goccia sulla testa e sulla testa

crescerà la viola

 

Che posso farci, Zet?

 

L’occhio è caduto da solo, come un raggio

il raggio è caduto da solo, sul piatto vuoto

sulla mela rimasta in tavola.

 

 

*

 

 

Dovevi metterti la tuta

mostrare il biglietto

prendere il grande viale

voltare  a sinistra e lì , sotto il ponte

dovevi lasciare il nome, scrivere

 

- vengo dalla terra di Zard

il mio nome è Inna -

 

Proprio in mezzo alla neve

proprio in mezzo a tutta questa neve.

 

 

 



 

 

 ( O ti adatti o sogni)​

Ida Travi da Neo/Alcesti Moretti&Vitali, 2009

​​

O ti adatti o sogni. Si fa presto a dire
Il muro era altissimo, io sono uscita
dall’altra parte. Era aperto dall’altra parte





Giusto il tempo di mettere il paltò

Giusto il tempo di vedere
l’inverno dappertutto
L’inverno è arrivato
Dappertutto





Tu trova il germoglio, avvolgilo nella lana

Dove la madia era vuota presto ci sarà del pane
dove c’era del pane adesso per un attimo c’è buio.

 

 

 

il bambino e l'animale pages copia 2 copia 3.jpg
Tutte le poesie  e i testi che si trovano in questo sito sono coperte da Copyright : per noleggio opere e/o altro utilizzo contattare : poetica.paola@gmail.com